Benvenuti

  Wellkomm

    Wolgcheemni

      Willkommen

           Bienvenue

Centro Studi e Cultura Walser - Walser Kulturzentrum

Issime
 

Z’heersji : il cuoricino - l’innamorato/a, il/la fidanzato/a.

D’lljibigotschaugjini : gli occhietti di Dio - i miosotis.

Z’guvverschmukhji : il piccolo gioiello della pietraia - lo scricciolo.

Da chrigschman : l’uomo della guerra - il soldato.

Sibbun: setacciare - in senso figurato, detto di un ragazzino/ragazzina che fugge dalla casa in cui lavora come garzone, serva, pastorello o anche dalla scuola

Da mourlöffil: il cucchiao per (fare) il muro - la cazzuola

 

Gressoney
 

Tschaftertschénò : cena, spuntino di mezzanotte

Wäschwibié : chiacchierona (lavandaia)

Koukòléng : pane in varie forme per bambini (quando si panificava nei forni frazionali)

Schissetò : cacatina (per indicare una piccola valanga )

Kätsch : colei che porta in chiesa il battesimando (adesso non usa più)

Hus-Kétsch : uomo abile nei lavori domestici

Tschalvrinò grébòt : "Stai attento che ci capiscono"

 

Centro Studi e Cultura Walser
Walser Kulturzentrum
Strada Regionale 44  n.1
11025 Gressoney-Saint-Jean (AO) Italia
Tel. e Fax 0125 356248
E-mail: walserkultur@libero.it
Copyright © 2009
Web Design Digival
 
Centro Studi e Cultura Walser - Walser Kulturzentrum